Agentless Monitoring

In questo articolo, cercherò di spiegare come implementare un monitoraggio su macchine Linux/Unix senza installare un agente Nagios (nrpe), sottolineandone inoltre alcuni vantaggi.

L’esigenza potrebbe essere dettata dal fatto che alcuni sistemi operativi non supportano nativamente l’agente Nagios o il cliente non è intenzionato ad installare software di terze parti, poiché ritiene il proprio sistema troppo critico o non vuole incappare in discussioni con il supporto offerto dal vendor del sistema.

L’idea di base è molto simile a quella utilizzata dall’agente Nagios; sfruttando le potenzialità offerte dal protocollo SNMP (pacchetto Net-SNMP), che di default viene installato sui principali sistemi operativi “unix-derivati”, è possibile definire uno script e richiamarlo con un opportuno OID via protocollo SNMP.
In questo articolo si prende come punto di riferimento il sistema operativo Oracle Solaris 11, ma con alcune semplici modifiche la configurazione potrà essere adattata anche ad altri sistemi.

Gli step necessari alla configurazione sono relativamente semplici. Vediamo di seguito i punti principali:

  • Modifichiamo il file /etc/net-snmp/snmp/snmpd.conf con le seguenti impostazioni:
    • rocommunity public                                   # Read Only community
    • exec oracle_tbs /opt/scripts/oracle.sh  # nome e path dello script da eseguire via SNMP
  • Creiamo un file che verrà chiamato ed eseguito da SNMP es.: /opt/scripts/oracle.sh
  • Riavviamo il servizio SNMP per applicare le configurazioni.

Di seguito uno screenshot che mostra alcuni di questi passaggi:

SNMP – Agentless Monitoring 1

Ovviamente non esistono limiti alle potenzialità di questi check, se non quelli derivanti dalla capacità di scrivere i propri script.
Questo pacchetto non solo vi permetterà di estendere i vostri controlli, ma, con alcune semplici direttive, sarete in grado di ampliare le funzioni disponibili e usufruire di ulteriori controlli previsti dal pacchetto. Un esempio potrebbe essere il controllo di una partizione del vostro sistema target. In questo caso, basterà aggiungere la seguente configurazione nel file snmpd.conf. L’esempio per la partizione var sarà dunque:

disk /var

SNMP – Agentless Monitoring 2

Anche l’integrazione con il NetEye è molto semplice, grazie al plugin check_snmp che potete trovare già installato nel nostro sistema.

Non vi rimane dunque che provare questa opportunità!

Matteo Baruchello

Matteo Baruchello

Consultant at Würth Phoenix
Hi, I'm Matteo and since 2005 I am working as IT system consultant with different systems (Oracle, Solaris, Linux, Cisco, NetApp, etc.) and various programming languages too. I have also obtained some certifications, as RHCE, OCA and CCNA. In the last years, my main focus is on monitoring tools like Zenoss, Zabbix, ntop and of course Nagios. Thanks to my working experience I acquired the ability to manage complex services, to analyse and solve both organizational and technological problems. In 2016 I joined the Wuerth-Phoenix Group as System Integration consultant. My free time is dedicated to photography and also to windsurfing and playing guitar.
Matteo Baruchello

Latest posts by Matteo Baruchello (see all)

Tags: ,