Monitorare il traffico di rete su Hyper-V non è più un problema

Posted by on set 26, 2017 in Capacity Management, Nagios, Nagios Plugins, NetEye | 0 comments

Il monitoraggio del traffico di rete sui dispositivi di rete si basa tradizionalmente sulle query SNMP. Attraverso comandi predefiniti questo protocollo riesce a generare le statistiche per la trasmissione di pacchetti di dati da una o più interfacce di rete.

Mentre le query sui dispositivi di rete vengono ancora eseguite tramite SNMP, nell’area dei server Microsoft Hyper-V è necessario l’adozione di altri approcci per generare tali statistiche. Uno dei motivi consiste nella configurazione della connessione di rete: ad esempio, molte interfacce di rete fisiche di un apparecchio Hyper-V appartengono ad un’interfaccia logica, che può anche distribuire il traffico di rete su più dispositivi di rete, ad esempio su diversi switch. Un’altra ragione per l’utilizzo di approcci alternativi è che Microsoft ha terminato la manutenzione e l’innovazione dei servizi SNMP sui loro sistemi operativi.

Schematicamente, un cablaggio di rete fisica potrebbe essere il seguente: Un host fisico Hyper-V dispone di due connessioni di rete fisiche attive che sono collegate alla rete tramite due switch.

Esempio di cablaggio di una rete fisica

Esempio di cablaggio di una rete fisica

Read More

Perchè aumenta la mia latenza di rete durante i giorni lavorativi?

Posted by on set 22, 2016 in Capacity Management, NetEye, Network Traffic Monitoring, Real User Experience Monitoring | 0 comments

Può capitare di rilevare delle latenze di rete più alte durante alcuni periodi della giornata rispetto ad altri.

Network section of a datacenter (1 Gigabit Ethernet) with normal, constant latency throughout the day

Sezione rete di un datacenter (1 Gigabit Ethernet) con latenza normale e costante per tutta la giornata. Si prega di considerare che la latenza tipica per le connessioni 1 Gigabit Ethernet è minore di 5ms.

 

Network section of a datacenter (1 Gigabit Ethernet) with increased latency during working hours

Sezione rete di un datacenter (1 Gigabit Ethernet) con un aumento della latenza durante le ore lavorative. Si prega di considerare che la latenza tipica per le connessioni 1 Gigabit Ethernet è minore di 5 ms.

Read More

Capacity View on Microsoft Exchange for German OS 2K3

Posted by on ott 19, 2011 in Capacity Management | 0 comments

The previous Blog article ( http://www.neteye-blog.it/?p=1502 ) on how to implement a capacity view on the e-mail exchange on Microsoft Exchange servers works fine for international English servers. Due to the fact that the template makes use of system counters for the data backend, the remote system calls have to be adjusted for hosts installed in regional languages.

During my latest customer visits in Germany I experienced 2003 Servers installed in language and I took the occasion to translate the template for German counter objects. Due to the 2003 specific deeply-build in language specifications there arise some problems in simply translating the counter names for the check_nt call.

Due tue many special, non standard ASCII characters the check_nt call from remote does not succeed from our non Unicode system and I opted for the implementation of the counter call within the remote Microsoft system by calling it via NRPE.

Here comes the configuration for the NSClient++ we are using on the MS side. Edit the NSC.ini and add in the [NRPE Handlers] section those command definitions:

check_exch_submittedmsg=inject checkCounter “\MSExchangeIS Postfach(_Total)\Übermittelte Nachrichten” ShowAll
check_exch_sentmsg=inject checkCounter “\MSExchangeIS Postfach(_Total)\Gesendete Nachrichten” ShowAll
check_exch_deliveredmsg=inject checkCounter “\MSExchangeIS Postfach(_Total)\Übergebene Nachrichten” ShowAll
check_exch_sendqueuesize=inject checkCounter “\MSExchangeIS Postfach(_Total)\Größe der Sendewarteschlange” ShowAll
check_exch_deliveryqueuesize=inject checkCounter “\MSExchangeIS Postfach(_Total)\Größe der Empfangswarteschlange” ShowAll

For your convenience we have prepared a NSC.ini file already usable. Make sure to maintain the Unicode encoding and to reload the NSClient++ service !

Well, now we’re almost done. Copy the exchange07_de Perl script into your “scripts” folder of Cacti and then load the Host template for Microsoft Exchange DE cacti_host_template_exchange_de into Cacti and define your Device using this template. Enjoy !

Read More

NetEye con o senza agente

Posted by on feb 28, 2011 in Asset Management, Capacity Management, NetEye | 0 comments

WÜRTHPHOENIX NetEye è in grado di monitorare un sistema Windows sia in modalità agentless (WMI) sia attraverso il deployment di un agente (NSClient++).


Monitoraggio senza agente: WMI

WMI (Windows Management Instrumentation), in qualità di interfaccia nativa dei sistemi operativi di Microsoft basata su API di sistema non necessita di alcuna installazione di applicativi esterni.
Perché le richieste WMI funzionino è necessario collegarsi con un utente con diritti di accesso sulla “varie parti” della macchina da monitorare: in caso di monitoraggio complete è spesso necessario autenticarsi come amministratore (locale o di dominio) e, mettere a disposizione del collegamento numerevoli porte di comunicazione (sicuramente non piacevole in caso di infrastrutture di rete geografiche ampie e distribuite).

Monitoraggio con agente: NSClient++

Un altro approccio di monitoraggio è quello di utilizzare un agente specifico installato sulla macchina da monitorare. Il fatto di installare un agente come demone sulla macchina offre la possibilità di avviare un monitoraggio “privato” di varie componenti senza alterare in alcun modo le prestazioni del sistema ospitante. Sulla base della nostra esperienza consigliamo l’utilizzo dell’agente NSClient++. Esso svolge semplicemente il ruolo di proxy tra i plug-ins di Nagios (veri attori di monitoraggio) ed i servizi/attributi “privati” della macchina windows stessa da monitorare. L’agente può comodamente essere distribuito ed aggiornato attraverso regole centralizzate per evitare eventuale sovraccarico di attivitá di manutenzione.

Read More

Monitoring Nagios Performance Graphs

Posted by on gen 4, 2011 in Capacity Management | 0 comments

This post introduces a check strategy to monitor the freshness of Nagios performance graphs.

When the feature is enabled Nagios is generating performance graphs, that are updated automatically with the execution of a single check. Such a check result delivers also the so called “performance data”, content interpreted by dedicated listeners behind the Nagios process. The results are stored and maintained within RRD databases.

Read More