JavaScript Design Patterns in Icinga Web 2

Posted by on set 11, 2017 in Development, NetEye | 0 comments

Picture5

Sei alla ricerca delle linee guida per creare nuove funzioni JavaScript in Icinga Web 2? Attraverso quest’articolo cercherò di spiegarti la struttura che la tua funzione dovrà avere per essere correttamente compilata da Icinga Web 2.

Se hai già analizzato il codice, ti sarai accorto che le funzioni JavaScript di Icinga sono caratterizzate dalla tipica struttura dei JavaScript Design Patterns.

Cos’è un Design Pattern?

design pattern sono avanzate soluzioni per lo sviluppo object-oriented, che viene comunemente utilizzato nello sviluppo di soluzioni software. Il cruccio di ogni sviluppatore è quello di produrre codice che sia facilmente interpretabile, ri-utilizzabile e mantenibile e i design pattern risultano un ottimo strumento per risolvere questo problema: lo sviluppo basato su design pattern prevede la creazione di funzioni attraverso l’ausilio di blocchi base di codice, che non sono altro che le soluzioni di problemi/funzionalità che ricorrono frequentemente nel software, che possono essere riutilizzati all’interno di funzioni, con struttura piu complessa.

Design Pattern in JavaScript

JavaScript è un linguaggio “ad oggetti” basato sul concetto di prototipo a differenza della maggior parte dei linguaggi di programmazione basati sul concetto di classe. A differenza dei linguaggi ad oggetti tradizionali, dove una classe definisce tutte le caratteristiche che può avere un oggetto, in JavaScript è possibile definire alcune caratteristiche per un oggetto ed arricchirlo di nuove proprietà e metodi, facendoli ereditare da altri oggetti sulla base di un concetto noto come “prototypical inheritance“, che in parole povere significa che un “data type” può essere creato definendo quella che viene chiamata funzione costruttore. Vediamo come, quanto finora descritto viene applicato in Icinga:


			
Read More

Come estendere o modificare le NetEye API

Posted by on giu 12, 2017 in Development, NetEye | 0 comments

NetEye API

Introduzione

Le NetEye API offrono un metodo semplice per automatizzare e scriptare i processi più comuni su NetEye. Le NetEye API offrono oltre 150 oggetti scritti in Perl che possono essere facilmente utilizzati e estesi a proprio piacimento. Le azioni più comuni che possiamo compiere con le NetEye API sono: aggiungere/modificare/rimuovere un host, servizio o businessprocess da Nagios e anche calcolare l’availability di essi in qualsiasi range di tempo.
Le NetEye API sono Open Source e il codice Perl viene installato in /var/lib/neteye/API se pero’ modifichiamo questo codice Perl al primo aggiornamento delle API le nostre modifiche verranno sovrascritte. Ecco che quindi in questa guida andremo a spiegare come apportare delle modifiche permanenti alle NetEye API.

Read More

Come creare un plugin per GLPI

Posted by on dic 21, 2016 in Development, NetEye | 0 comments

Introduzione

I plugin servono ad estendere o modificare le funzioni di GLPI. In questo tutorial vedremo come realizzare da zero un semplice plugin per GLPI per clonare un Computer. Questo tutorial presuppone che tu abbia una conoscenza base di GLPI.

Requisiti

  • GLPI >= 0.85

1. Creare un nuovo plugin

Localizza la cartella di installazione di GLPI. Nel nostro caso /var/lib/neteye/glpi. All’interno di essa troverete la cartella plugins/ nella quale sono installati tutti i plugin di GLPI.

Creiamo quindi una nuova cartella in plugins/ che chiameremo clonecomputer. All’interno di clonecomputer creiamo il file setup.php.

<? # /var/lib/neteye/glpi/plugins/clonecomputer/setup.php

/**
 * Get the name and the version of the plugin - Needed
 */
function plugin_version_clonecomputer() {
   return array('name'           => "Clone Computer",
                'version'        => '1.0.0',
                'author'         => 'Davide Bizzarri',
                'license'        => 'GPLv2+',
                'homepage'       => '',
                'minGlpiVersion' => '0.85');
}

Read More

Research & Development – Insights (Parte 1)

Posted by on nov 23, 2016 in Development, EriZone & OTRS, NetEye | 0 comments

Research and Development Insights

Il team di ricerca e sviluppo (R&D) è il team più grande all’interno della Business Unit System Integration (SI) di Wuerth Phoenix. Siamo responsabili dello sviluppo, manutenzione e della alta qualità di software per i nostri clienti. Inoltre, cooperiamo con il team di Service&Support per supporti di secondo livello.

Dalla sua istituzione, il dipartimento SI è stato uno dei dipartimenti con un grado di crescita maggiore tra tutte le Business Unit di Wuerth Phoenix. Questa rapida crescita ha influenzato anche il nostro team e ci ha forzato a fronteggiare molteplici sfide in diversi campi, tra le quali: distribuzione del carico di lavoro, stabilire le priorità tra i vari task, uso efficiente del tempo, trasferimento del know-how e un costante aumento di collaboratori.

Per mantenere bassa la delivery time e, allo stesso tempo, mantenere alta la qualità del prodotto e la motivazione dei collaboratori, abbiamo dovuto prendere una decisione è da qui che è nata l’idea dell’Agile Transformation.

Read More

Nuovo rilascio di NetEye 3.6 e RUE 1.9!

Posted by on dic 15, 2015 in Asset Management, Development, Garante della Privacy, NetEye, Real User Experience Monitoring, Syslog | 0 comments

NetEye 3_6 and RUE 1_9 Release

Log auditing ad un nuovo livello, ottimizzazione dei report e miglior integrazione dei vari moduli

La nuova versione di NetEye 3.6 è caratterizzata da una profonda strategia migliorativa. Gli intensi sviluppi hanno portato innovazioni sia per soddisfare le esigenze dei clienti, sia per affrontare la sfida della crescente complessità del monitoraggio IT.

Le principali modifiche sono state implementate nel modulo di Reporting e nelle statistiche per gli SLA, standardizzando la struttura per l’archiviazione dei dati raccolti in un unico database.

Panoramica delle principali nuove funzionalità e miglioramenti apportati nella nuova versione:

Read More

Development: Gearman and ModGearman packages

Posted by on feb 9, 2011 in Development | 0 comments

To be able to increase performance and number of possible processed Nagios checks, NetEye introduces the use of Gearman and ModGearman to schedule Nagios Service- and Host checks.

ModGearman is a new way of distributing active Nagios checks across your network. It consists of two parts: The NEB module, which resides in the Nagios core, adds servicechecks, hostchecks and eventhandler to a  Gearman queue. There can be multiple equal gearman servers. The counterpart is one or more worker clients for the checks themself. They can be bound to host and servicegroups.

Gearman provides a generic application framework to farm out work to other machines or processes that are better suited to do the work. It allows you to do work in parallel, to load balance processing, and to call functions between languages.

The introduction of this engines will elevate NetEye Monitoring to the next level of Enterprise readiness, permitting to monitor much more Services and Host with only one single system.

Read More