23. 10. 2012 Arianna Cunaccia Uncategorized

Open Source Conference 2012 – 25 ottobre Milano

Considerare l’Open Source per soluzioni di IT System Management come alternativa dettata solamente da costi più contenuti è ormai un concetto oltrepassato negli ambienti informatici. L’ Open Source infatti rappresenta oggi potenzialità e opportunità ben superiori e non più limitate ad un semplice fattore economico.

Il 25 ottobre a Milano presso la Open Source Conference 2012, il nostro Georg e Luca Deri, fondatore di ntop, argomenteranno l’importanza strategica di possedere soluzioni volte a soddisfare non solo i processi tradizionali di controllo, ma che riescano anche ad analizzare le prestazioni percepite dall’utente finale attraverso un approccio innovativo di IT Service Management, rispondente alle nuove esigenze di monitoraggio dettate dall’era del Cloud Computing.

Durante la conferenza parteciperanno inoltre aziende del settore quali redhat, Suse o MySQL, fornendo presentazioni sulle ultime novità in ambito Open Source.

Per maggiori dettagli sul nostro intervento leggete l’estratto discorsivo.

Estratto discorsivo

I veri benefici dell´Open Source nell´ambito del monitoraggio IT
L´esempio dell´integrazione di NetEye, ntop ed OTRS per ottenere un IT Service Management a completo servizio del business
Georg Kostner, Product Manager di NetEye presso Würth Phoenix S.r.l. e Luca Deri, fondatore di ntop

Considerare l’Open Source per soluzioni di IT System Management come alternativa dettata solamente da costi più contenuti è ormai un concetto oltrepassato negli ambienti informatici. L’ Open Source infatti rappresenta oggi potenzialità e opportunità ben superiori e non più limitate ad un semplice fattore economico.

Se da una parte le scelte aziendali e della PA sono influenzate dalla pressante limitazione dei budget a causa dello stravolgimento del mercato, dall’altra é impensabile per un’organizzazione rinunciare a strumenti che supportino il dipartimento informatico nell’erogazione e nella misurazione degli standard qualitativi per i servizi offerti agli utenti. Il principale obiettivo dell’inserimento di uno strumento di IT System Management è quello di raggiungere una capacità operativa tale da poter reagire in modo proattivo in tutti i casi tendenti alla degenerazione dei servizi informatici evitando spiacevoli fattori di stress agli utenti stessi.

La presenza di aziende che credono in investimenti di software Open Source facilita un più rapido e focalizzato sviluppo da parte dei singoli progetti e soprattutto influenza attivamente la definizione delle soluzioni standard di mercato.
Ora, in ambito di IT System management, come è avvenuto già da moltissimo tempo anche per altre tipologie di soluzioni, non è più corretto parlare di Open Source come alternativa, bensì di opportunità: in qualità di adeguamento alle stringenti condizioni dettate dal mercato e dalle direzioni aziendali volte al cambiamento senza però dover rinunciare alla gamma di funzionalità.

Sulla base della nostra esperienza, caratterizzata da un volume di oltre duecento progetti in meno di 4 anni, con NetEye assieme a ntop e OTRS possiamo coniare la definizione per cui l’Open Source può offrire veri benefici in ambito di IT System Management:

  • La soluzione può essere inserita con estrema flessibilità all’interno delle più complesse ed eterogenee realtà;
  • Tutte le limitazioni legate a soluzioni proprietarie (lock-in) sono ormai abbattute sia in termini di funzionalità che di deployment del sistema stesso;
  • La community mette a disposizione un sempre più puntuale aggiornamento alle ultime novità sia per le risorse a target del monitoraggio sia per l’allineamento alle standard best practice (i.e. ITIL).

Questi benefici rispondono in maniera mirata alla crescente esigenza del mercato di governare al meglio il processo di diversificazione e internazionalizzazione che sta spingendo sempre più aziende all’adozione di un sistema di controllo al fine di monitorare in maniera mirata e completa l’intera infrastruttura informatica. La continua crescita della complessità dei servizi IT erogati, infatti, crea la necessità
di introdurre una soluzione di monitoraggio in grado di automatizzare il più possibile la gestione dell’IT, dalle linee dati ai servizi, dai server alle condizioni ambientali della sala server, dai sistemi alle prestazioni percepite dall’utente finale.

La sfida, quindi, è quella di offrire una soluzione innovativa in grado di dare un ritorno immediato a fronte di un investimento sostenibile.

Georg Kostner, Department Manager presso l’azienda Würth Phoenix, e Luca Deri, fondatore di ntop, durante il loro intervento argomenteranno l’importanza strategica di possedere una soluzione volta a soddisfare non solo i processi tradizionali di controllo ma che riesca ad analizzare anche le prestazioni percepite lato utente attraverso un approccio innovativo, rispondente alle nuove esigenze di monitoraggio dettate dall’era del Cloud Computing.

Il connubio, che si distingue ad oggi nel mondo Open Source per la sua singolarità, tra la soluzione di IT System Management, NetEye, e l’analizzatore di traffico di rete, ntop, fornisce dati oggettivi che riescono ad individuare la causa di degradi delle prestazioni riconducendola alla rete, agli applicativi, al server, al client o ai fornitori di servizi Cloud stessi, offrendo in questo modo uno strumento essenziale per intervenire proattivamente e prevenire possibili anomalie riscontrare dall’utente finale.

Le informazioni rilevate non sono infatti associate solo al servizio, ma anche alle postazioni di lavoro affette da problemi. Inoltre vengono visualizzati il servizio di Cloud, la comunicazione di rete e l’esatto tempo di risposta delle varie applicazioni. L’offerta si distingue principalmente per la facilità con cui viene implementata grazie all’approccio passivo dell’analisi del traffico di rete garantendo che non vi sia alcun impatto e traccia sui vari applicativi, mantenendo intatte le prestazioni.

Arianna Cunaccia

Arianna Cunaccia

Author

Arianna Cunaccia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Archive