26. 05. 2009 Arianna Cunaccia Unified Monitoring

Morirà Nagios?, Ethan: “Difficilmente”

Cosa ne pensa il fondatore di Nagios, Ethan, del fork avvenuto recentemente? Il suo parere è stato pubblicato sul blog ufficiale di Nagios.

Icinga é il progetto con cui è stato denominato il nuovo fork di Nagios. Ma quali sono i rischi per Nagios? Potrà la Community trarre vantaggio da questa iniziativa o le installazioni di Nagios verranno messe a rischio?

La miglior cosa che sia mai successa a Nagios: la situazione denota un interesse sempre maggiore da parte della Community ad avere un ruolo diretto nello sviluppo del software ed avere una reazione immediata qualora sorgano problemi.

Il futuro per Nagios si mostra stimolante ed impegnativo, Nagios ne uscirà più forte e la sua Community perdurerà nel futuro.

I progetti open source sono anche caratterizzati dal fatto di avere una Community e quindi di avere un’espansione in larga scala e a livello mondiale. Appare quindi chiara la difficoltà di soddisfare ogni richiesta ed iniziativa che possa nascere. Non si può pretendere che gli altri possano fare cose per te, e non si può nemmeno lamentarsi se queste non vengono fatte. Secondo Ethan siamo arrivati in uno stadio di “put up or shut up”, se c’é la necessità di una nuova metamorfosi c’è il bisogno di un coinvolgimento in prima persona nell’adoperarsi a raggiungere gli obiettivi prefissi.

Arianna Cunaccia

Arianna Cunaccia

Author

Arianna Cunaccia

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Archive