23. 12. 2009 Patrick Zambelli Capacity Management

Cacti: Ottimizzare la lettura SNMP con SPINE

Di recente abbiamo migrato le installazioni del capacity management di Cacti alla versione piu’ recente, la 0.8.7e.

Con questa versione sono state sviluppate nuove funzionalita’ e ottimizzatori di performance, che permettono di migliorare e otimizzare il processo del poller, il scheduler di Cacti che pianifica l’esecuzione della lettura dei dati remoti. Una di queste funzioni e’ il snmpbulkwalk, una funzione che permette di leggere tramite script handler di leggere multiple SNMP OID per iterazione. Purtroppo si e’ verificato che non tutti i sistemi forniscono un agente SNMP “solido” abbastanza di rispondere a questo carico di richieste ed il risultato erano spesso grafici incompleti – soprattutto i grafici dell’utilizzo dischi.

Incomplete SNMP cacti graphs

SNMP cacti grafico incompleto

In NetEye abbiamo integrato adesso il poller avanzato “SPINE” un scheduler piu’ performante ( scritto in C e compilato direttamente per il sistema ) per il quale e’ possibile definire il numero di OID lette per iterazione lanciata. Impostando un numero inferiore/uguale a 1 (uno) disattiva questo snmpbulkwalk e risolve anche le difficolta’ per SNMP agent non adatti a questa feature.

Configurazione per impostare il numero di OID lette per iterazione con SPINE

Configurazione per impostare il numero di OID lette per iterazione con SPINE

Nello stesso momento abbiamo anche integrato nell’ultimo pacchetto di NetEye Cacti un nuovo script query per il template “HOST MIB”, che contiene una correzione per eventuali grafici con dischi di oltre 1 Terabyte. Il script ss_host_disk.php puo’ essere scaricato e utilizzato dentro la cartella scripts dell’installazione di cacti.

Complete Cacti graph

Grafico Cacti Completo

Download:

SPINE compilato per RHEL 5 / Centos 5

Patrick Zambelli

Patrick Zambelli

Product Manager at Würth Phoenix
After my graduation in Applied Computer Science at the Free University of Bolzano I decided to start my professional career outside the province. With a bit of good timing and good luck I went into the booming IT-Dept. of Geox in the shoe district of Montebelluna, where I realized how a big IT infrastructure has to grow and adapt to quickly changing requirements. During this experience I had also the nice possibility to travel the world, while setting up the various production and retail areas of this company. Arrived at Würth Phoenix I started developing on our monitoring solution NetEye. Today, in my position as Product Manager, I aim to continuously improve our solutions and to adapt them to actual market requirements.

Author

Patrick Zambelli

After my graduation in Applied Computer Science at the Free University of Bolzano I decided to start my professional career outside the province. With a bit of good timing and good luck I went into the booming IT-Dept. of Geox in the shoe district of Montebelluna, where I realized how a big IT infrastructure has to grow and adapt to quickly changing requirements. During this experience I had also the nice possibility to travel the world, while setting up the various production and retail areas of this company. Arrived at Würth Phoenix I started developing on our monitoring solution NetEye. Today, in my position as Product Manager, I aim to continuously improve our solutions and to adapt them to actual market requirements.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Archive